sabato 3 dicembre 2011

En passant

Viviamo tempi di attesa e di fretta ponderata, attendiamo di sapere di che morte morire, se di Irpef o di ICI, probabilmente di IVA, ma non voglio tediare il pubblico lettore con certe quisquilie, si sa che noi, popolo dei blogger, ci permettiamo di discutere su tutto con la tranquillità che ci è data dalle rendite - scrivere è passatempo da ricchi! -, e tuttavia sarei curioso di capire se oltre al fumo ci spetterà anche un po' d'arrosto. D'accordo che per uscire dalla recessione ci vorrano anni, forse anche secoli, ma la nostra condizione di mortali calati nel nostro tempo ci imporrebbe anche certe urgenze misurate non già sulle ere geologiche ma sui tempi più brevi dei cicli circadiani. Comunque tutto questo parlare di sora Merkel e compare Sarkozy m'ha tediato a tal punto che quasi quasi ritornerei a parlare del papa.

3 commenti:

  1. Papalino o anticlericale? :)
    Ci si diverte di più, è vero, specialmente in Italia.

    RispondiElimina
  2. Bah, passavo per mangiapreti una volta

    RispondiElimina