martedì 3 giugno 2014



Visto che non voglio figli ero quasi tentato di predermi un gatto come quello di Capezzone, bello, fiero e indipendente, che non guarda ai soldi e in caso di dipartita se la sappia cavare. Eh no, sbagliato preferire ai figli i cani e i gatti, ce lo dice Francesco, Papa Francesco. Chi si sposa e non fa figli volutamente passerà la vecchiaia in solitudine, con l’amarezza della cattiva solitudine (conosco un arzillo vecchietto in casa di riposo dichiarato incapace d'intendere e di volere proprio dai figli al solo scopo di confiscargli la casa). «Ci sono cose che a Gesù non piacciono [non piacciono a Gesù o non piacciono alla ditta?], i matrimoni sterili per scelta, che non vogliono i figli, che vogliono rimanere senza fecondità». Francesco accusa «questa cultura del benessere di dieci anni fa, che ci ha convinto che è meglio non avere i figli, così tu puoi andare a conoscere il mondo, in vacanza, puoi avere una villa in campagna. Così tu stai tranquillo...». Stai sereno, Bergoglio, che la scelta attualmente non è tra i figli e la villa in campagna, attualmente la scelta è tra i figli e un monolocale in affitto (se questa non è frugalità cristiana!).