domenica 1 giugno 2014

Non ho più pace, da un po' di tempo a questa parte me ne succedono di tutti i colori. Non so se sono io ad essere troppo debole per affrontare questa infilata di problemi o sono questi problemi ad essere oggettivamente gravosi, fatto sta che trovo sempre più consolante pensare che quel che mi accade non poteva accadere diversamente, questo pensiero mi quieta e mi rende più affrontabili i problemi. Bisogna dire che è una posizione argomentata, non sono il tipo da facili e poco fondati utilitarismi. Ducunt volentem fata, nolentem trahunt. E questa massima mi sembra ancora troppo imbiancata di volontarismo. Se possibile, la penso in modo ancora più radicale (nel senso che nemmeno il decidere se farsi guidare o meno dal fato rientra nelle nostre possibilità).