mercoledì 18 giugno 2014

A pensare troppo si finisce per non agire più, o si fa filosofia o si fa la legge elettorale. Piuttosto in tutto questo parlare e prodigarsi di proposte finirà come al solito che la sostanza del provvedimento verrà celata dal bailamme che tutto confonde e tutto scompiglia, per cui ne uscirà la solita inservibile ciofeca. Ribadisco, non è tanto la cornice del teatrino quanto la qualità degli attori che rende pessimo lo spettacolo. Noi qui dobbiamo trovare le leggi che più si adattano allo spirito italiano, come se fosse compito del legislatore trovare il modo di fare fesse le cattive abitudini del popolo, sciatto per sua inemendabile costituzione. Trovare il modo di cavare il giusto dal guasto, come il sangue dalle rape: non bisogna essere troppo schizzinosi.