venerdì 29 maggio 2015

Antropologicamente

E' tutto un manicomio, intendo De Luca a cui si perdona tutto pur di portare a casa la regione, la Bindi che fa la ritorsione, l'è tutto un manicomio. Il sud è perso. Non fosse appeso per i capelli al resto d'Italia sarebbe niente di più che una Grecia. Non è un discorso leghista, è la realtà (che poi nemmeno il leghista ce l'ha più con i greci, ora ce l'ha coi gitani e i saraceni). Il sud è perso, dicevo. Guardatelo com'è ridotto, non bastano i saviani, non bastano gli uomini di buona volontà, è la struttura nel suo complesso che non regge. Non è nemmeno un discorso di legalità, che quella è opinabile. Ve lo immaginate il sud locomotiva dell'economia? Il sud è antropologicamente strutturato per la decrescita, gli impresentabili non sono la causa ma il sintomo, a fare un discorso di produttività al sud non si riesce, tutt'al più di risveglio civile, cosa lodevole, ma non basta. O si cambia antropologicamente o si muore.

familismo s. m. [dall’ingl. familism, der. di family «famiglia»]. – Nel linguaggio della sociologia, la tendenza a considerare la famiglia, con il suo sistema di parentele, con la sua tradizione, la sua posizione sociale, e soprattutto con il legame di solidarietà interno tra i suoi membri, predominante sui diritti dell’individuo e sugli stessi interessi della collettività. (Treccani.it)