domenica 11 gennaio 2015

On continue à l'appeler Trinité

[passami la feluca]

Vive la France, vive la République!

La vedo male per i nostri figli, troppo molli, mancano di force de frappe. La legione straniera ci vorrebbe, altro che boy scout! Pessima cosa aver abolito la naia. Io imparai a guidare, al militare, e a pelare le patate à la julienne. Si vous me touchez, je te tue. Da noi pensano di fare una gran cosa portando i cani a fare i bisognini davanti alle macellerie, una puzza, ieri, mischiata all'odore di candeggina. Marchons, marchons! Qu'un sang impur abreuve nos sillons! Dispettucci da quattro soldi, cascami dell'orgoglio occidentale. Invece di rincoglionirli con dei giochini da educande ai nostri figli bisognerebbe insegnare a fare gli origami di ghisa, solo così avremo qualche possibilità di cavarcela, lo volete capire o no che questo è un attacco all'occidente giudaico cristiano? Io da parte mia credo negli dei greci ma non per questo sottovaluto il pericolo (è una fissazione quella di Ferrara, fossimo buddisti ci lascerebbero in pace?). Ci ho pensato su e credo che vogliano le nostre donne. Le bionde svedesi, le tedesche dagli occhi di ghiaccio. Non credo si spingeranno fino in Islanda, l'hákarl è criptonite per i semiti, non tengono gli enzimi (vi siete mai chiesti perché non ci sono islamici in Giappone?).

3 commenti:

  1. Gli dei greci non esistono, quelli che sono andati sull'Olimpo l'hanno trovato deserto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È da leggere simbolicamente, come la bibbia

      Elimina
  2. Certamente è da leggere simbolicamente, però come la bibbia non tanto, se è vero che i presidenti USA giurano sulla bibbia. Certo ormai è diventata una tradizione, come andare la domenica a messa, ma a pensarci bene siamo ancora messi veramente male, come i musulmani in fatto di cazzate a sfondo religioso.

    RispondiElimina