lunedì 26 maggio 2014

Del linciatore caduto in disgrazia

Se riesci a non perdere la testa quando tutti intorno a te la perdono e ti mettono sotto accusa. Se riesci ad avere fiducia in te stesso quando tutti dubitano di te, ma a tenere nel giusto conto il loro dubitare... adesso ci state prendendo in giro. Vi capisco. Mettete proprio il coltello nella piaga... è questo chiagni e fotti, questo vittimismo, questo implicito appello alla clemenza della corte del linciatore caduto in disgrazia che trovo insopportabile e molto tipico del tipo umano e non mi si venga a fare la morale sui toni che uso contro Grillo perché sarebbe a dire il bue che da del cornuto all'asino. Si rifarà, è plausibile, e allora toccherà a noi farci rigirare il coltello nella piaga ma solo perché ce lo meriteremo mentre lui, per carità... il guru di 'sti cazzi e Casaleggio Associated al seguito.