martedì 3 marzo 2015

Melancholy (will be my epitaph)

Sento che mi sta tornando la malinconia (non la chiamo depressione per rispetto), è pazzesco come ne sia completamente in balìa. Ha un andamento ciclico, un'onda lunga, una marea che segue le fasi lunari (è perché sono del cancro). A voler fare della deduzione delle categorie psicologiche si direbbe che questa mancanza di controllo su me stesso si riflette sulle idee filosofiche che vado ruminando. Poco male, c'è comunque del buono in quelle idee. Anzi, diciamo pure che questa malinconia è un'opportunità, un pretesto che mi permette di approfondire un certo aspetto dell'esistenza che altrimenti avrei del tutto ignorato. Del resto non vedo come potrei fare altrimenti. Appunto perché completamente fuori dal mio controllo, non posso far altro che rilevare come la volontà, che pensiamo di dirigere dovunque vogliamo come se ne avessimo in mano le redini, in realtà ci sovrasta e ci conduce dove meglio crede: il carattere di uomo è il suo destino (e t'ho detto tutto).

2 commenti:

  1. Citalopram? Depakim?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che sono, condottieri di Gondor? Non è così grave da richiedere la cavalleria.

      Elimina