mercoledì 4 marzo 2015

Famiglia di acrobati con scimmia

Che barba, che noia. Salvini dalla Bignardi oppone argomenti inoppugnabili: «Renzi non lo sopporto proprio, mi sta antipatico per quello che dice e che fa, è un chiacchierone, sta promettendo mari e monti da un anno e non sta combinando un accidente». Tutto qui? Sta a fare le grandi manovre con Casapound e la questione si risolverebbe in un paio di battutine per giunta assai trattenute? Va bene che tutto fa brodo pur di accreditarsi come trottolino amoroso agli occhi del popolo sovrano, ma allora ho ragione io quando tiro in ballo i peli delle ascelle, sono pronto per la politica, sono un genio della comunicazione. Va be', lasciamo stare, stiamo raschiando il fondo del barile, a breve li vedremo tagliarsi le unghie dei piedi in diretta. E non sia mai che quegli altri s'inventino il reddito di cittadinanza per i rom italiani, ce ne sarebbe per chiedere gli esami del sangue obbligatori, per foraggiare milioni di Salvini da qui all'eternità, live long and prosper. Ma dove li trovano i soldi, ce li darà forse il Varoufakis rinunciando alla moto, li esproprieremo alle banche del circolo Pickwick (pardon, Bilderberg)? Dove ti giri giri, non se ne salva uno.