domenica 29 marzo 2015

Atarassia

Dobbiamo imparare a guardare le piccole cose della politica da distanze siderali, come dei che considerino l'universo nel suo complesso e solo per indolenza si mettano a żumare sulla minutaglia, sui numeri da circo, sulle acrobazie da saltimbanco, perché vista da troppo vicino la politica si riduce essenzialmente a sfiatatoio di passioni elementari, le stesse di sempre: vanagloria, risentimento, vanità. Prima di metterci piede, dunque, indossate lo scafandro e puntate l'orizzonte, guai a guardarla negli occhi e attenzione alle dita.