lunedì 24 novembre 2014

Bene vixit qui bene latuit (láthe biôsas)

Se ti sta sulle palle Renzi, l'unica è attaccarti all'astensionismo, se ti sta sulle palle la Juve, attaccati al complottismo. Quando non sai più a cosa attaccarti e l'evidenza ti costringe con le spalle al muro, comincia a lavorare ai fianchi. Renzi è un usurpatore. Renzi è un massone, Renzi è un populista che non vuole bene ai sindacati. Renzi non è di sinistra, sta coi poteri forti. Renzi è berlusconiano, se la fa con Verdini. Gli onesti di certo non lo votano, lo votano gli indomiti, quelli che ancora trovano la forza di trascinarsi ai seggi. Per contro la Juve è arrogante, ladra e pure antipatica, tiè (altro non le si può ascrivere). Abbiamo passato gli ultimi vent'anni a farci il sangue amaro per Berlusconi, non vorrei passarne altri trenta a scaldarmi per Renzi né tanto meno per Salvini (di Grillo non ne parliamo). Abbiamo già dato. In alternativa darsi al modellismo o ritirarsi nello splendido isolamento della Foresta Nera a tagliare tronchi assieme a Gadamer.