domenica 28 settembre 2014

Insetti senza portiere

Ci dev'essere un motoraduno da qualche parte. Dall'alto paiono degli insetti, bacarozzi scorreggianti con le zampine attaccate ai manubri. Scendono a gruppi, massimo due per moto, tutti col casco. Ecco, proprio in questo momento un'altra scarica, come la diarrea molesta. Sulle strisce, quattro candide suorine interrompono il corteo con incedere placido, come ad Abbey road. Grandine li cogliesse, s'imbibissero gli spinterogeni! Mi piacciono i motociclisti, la vita all'aria aperta, il vento sulle visiere, quest'idea di libertà... un mondo senza forcelle è possibile.