domenica 1 settembre 2013

I tre postulati della ragion pratica: che esista Dio, che l'anima sia immorale, che venga depenalizzata l'evasione fiscale. Da quando è caduto il velo di Maya sulla metafisica non possiamo più appellarci ai quei bei principi saldi e garantiti da Dio, il Re sarà costretto a farsi chiamare Presidente, l'investitura divina a passare per qualche miracolo di poco conto, per esempio, la transustanziazione del Calippo in pochette di Prada. Che disgrazia. Il senso del dovere è troppo poco per garantire una buona morale, se viene meno il terrore di Dio allora tutto è permesso (dalla scappatella coniugale a Matteo Renzi). Il mondo è uscito dai suoi cardini, la morale non fa più presa sui sudditi, ci va un bello sforzo di fantasia e società di marketing e consulenti d'immagine di prima scelta per crearsi un proprio seguito di fedelissimi, la gente non si lascia più abbindolare dai baldacchini e dalle mantelline d'ermellino, vuole il lato umano, la foto su instagram, la wi-fi gratuita, per questo oggi si combattono le guerre. Il talebano della macelleria afghana è assai osservante, con occhi da lupo osservava le cosce di una sudamericana fino al termine ultimo dell'orizzonte, l'occidente corrompe ogni cosa.