martedì 7 luglio 2015

Corso accelerato di etica mediterranea

Credo che l'errore del tipo nordico alla Merkel, per intenderci, stia nel non comprendere bene le ragioni dell'ethos mediterraneo, per cui si assiste a questo scontro infinito e irriducibile fra etica protestante, con la sua idea funzionale della politica, ed etica meridionale, in generale più portata al mercanteggiamento e al compromesso fine a se stesso. L'errore sta nel pensare che il tipo mediterraneo alla Tsipras, per intenderci, debba adeguarsi all'ethos protestante per la forza stessa dei suoi argomenti. A noi questi argomenti non fanno impressione. Quando un appartenente al ceppo mediterraneo mette tutti d'accordo già si sente apposto, se il trovarsi d'accordo implica poi una soluzione, tanto meglio, ma non è necessario. L'etica che fa capo al tipo nordico, invece, per prima cosa pensa a risolvere il problema (ah, ingenuità!), confidando che la soluzione sia argomento sufficiente per mettere tutti d'accordo: vi pare che noi possiamo accettare una follia del genere? Macché, nelle soluzioni noi ci vediamo un'ingiustizia, quella che costringe i contendenti a non aver più nulla su cui questionare, ci si annoia. (l'Europa meridionale è donna volubile e capricciosa: avete voluto unirvi in matrimonio con femmina si conturbante? E adesso ve la pigliate com'è, nella buona come nella cattiva sorte).