martedì 11 marzo 2014

E' da un paio di settimane che ho mal di pancia e nausea, chissà, sarà la nausea di Sartre. Mi duole il lato destro, zona lombare, un fastidio, un malessere, una guallera. Mangio poco ma in compenso lavoro molto, magari morire di lavoro è meno disonorevole che morire di disoccupazione ("però, che dedizione, ha lavorato fino all'ultimo!"). Uaar e Uccr se le danno di santa ragione (senza offesa per gli atei). Plantinga sostiene che Dio esiste e non v'è bisogno di ulteriori argomentazioni, diversamente, gli atei sostengono che Dio non esiste è non v'è bisogno di ulteriori argomentazioni. Chissà se è poi vero che nessun sistema coerente può dimostrare la propria coerenza. Il compagno Autodidatta, ateo, umanista e socialista, si lascia fregare quando in virtù della sua scriteriata morale cerca di sedurre un adolescente, ne consegue che quando Dio viene meno subentra una nuova morale, ma se a sbagliare è un uomo di fede la cosa è più plateale (per cui per un ateo è già più legittimo peccare). Ho freddo ai piedi.