venerdì 14 marzo 2014

Come se Dio potesse essere confutato per via di Ragione e la Ragione potesse essere messa in scacco dalla presenza di Dio, così è lo scontro fra atei e cattolici razionali. E invece la contrapposizione è talmente lontana dal congliere nel segno che anche qualora Dio, un giorno di questi, finalmente si mostrasse, sono del parere che gli uomini di buona volontà sarebbero nel pieno diritto di contrapporsi al suo culto e che anzi sarebbe una cosa salutare. Quando poi mi sento dire che sarei io ad avere dei problemi con la mia miscredenza e che dunque quasi quasi mi dovrei curare, magari assumendo in dosi massicce l'opera omnia di Charles Darwin e Margherita Hack, be', lasciatemelo dire, il mio indomabile spirito d'indipendenza si sente minacciato proprio come se l'avessero costretto a credere in Dio.