lunedì 26 dicembre 2016

Poveri per scelta

La povertà è bella, la povertà è virtuosa e la ricchezza è peccaminosa, lo dice anche il papa, ovvero se non puoi batterla unisciti a lei (siamo alla resa incondizionata). Che vuoi ribattere? Nulla, è il suo momento, lo stanno pure a sentire mentre snocciola il suo campionario di bestialità latouchiane, non ci si può fare niente. Tutti più poveri, dunque, ma per scelta (ci fanno schifo i soldi), perché il consumismo ci ha divorato l'anima, a strafogarci di panettoni mentre in Siria c'è la guerra (e quando mai non c'è una guerra?), ci sarebbe da sentirsi in colpa se non fosse che non vinco mai al Gratta & Vinci. Giovane senza lavoro non dannarti l'anima, la povertà è bella (se non sono passioni tristi queste).