lunedì 26 dicembre 2016

Poveri per scelta

La povertà è bella, la povertà è virtuosa e la ricchezza è peccaminosa, lo dice anche il papa, ovvero se non puoi batterla unisciti a lei (siamo alla resa incondizionata). Che vuoi ribattere? Nulla, è il suo momento, lo stanno pure a sentire mentre snocciola il suo campionario di bestialità latouchiane, non ci si può fare niente. Tutti più poveri, dunque, ma per scelta (ci fanno schifo i soldi), perché il consumismo ci ha divorato l'anima, a strafogarci di panettoni mentre in Siria c'è la guerra (e quando mai non c'è una guerra?), ci sarebbe da sentirsi in colpa se non fosse che non vinco mai al Gratta & Vinci. Giovane senza lavoro non dannarti l'anima, la povertà è bella (se non sono passioni tristi queste).

8 commenti:

  1. Ha dato mandato allo IOR di staccare un assegno a tutti, passaci.
    Ah, se ti offrono il caffè non accettare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non bevo caffè, sono a cavallo

      Elimina
    2. Bene, mica come quel Sindona là.

      Elimina
  2. Parafrasando Flaiano: «Oh, com'è bello sentirsi profondamente intelligenti, per il Sesso sdilinquersi, per la Donna restare indifferenti. Rispondere a ogni inchiesta, avere sempre un'opinione, sottoscrivere una protesta, spiegare la situazione. Oh, com'è bello orientarsi con la moda che passa, continuamente rifarsi alla cultura di massa. Giurare sull'arte impegnata, ripetere che la povertà è bella, e chiudere la giornata con un colpo di rivoltella...»

    RispondiElimina

  3. Non ho ascoltato il Papa ma ci scommetterei che ha fatto un elogio della sobrietà e un invito a prendersi cura della povertà. Non dovrebbe essere così difficile da capire...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è la ricchezza in sé che rende spregevoli

      Elimina

    2. mah, senti, io vado spesso in chiesa ed è raro che il prete sull'altare non ripeta (magari con altre parole), questo stesso concetto e cioè che non è la ricchezza in sé il problema. Mi sembra estremamente improbabile che Bergoglio ( che non ho sentito) abbia cambiato linea in occasione dell'ultimo Natale. E' più probabile che ognuno poi capisca quel che vuole capire.

      Elimina
  4. Se il problema è la povertà si stampa moneta, se, invece, è la ricchezza la soluzione l'abbiamo bella e pronta già dal secolo scorso, in Unione sovietica ha funzionato.

    RispondiElimina