domenica 15 febbraio 2015

L'analisi

Giusto perché sono un poveraccio ma quasi quasi, fra Isis da una parte e Ucraina dall'altra, andrei volentieri a svernare in Groenlandia o in qualche esclusivo resort delle Cayman. Ci manca solo che sbarchino in Sicilia colle bande nere. L'appello di Netanyahu a ritirarsi nel fortino, la ghettizzazione al contrario. E noi qui, minchioni, a far le tragedie greche sulla riforma del titolo V. Ma in che razza di mondo viviamo? Prima ci coccolano con la pax europea, poi, all'improvviso, quando gli eserciti sono ridotti all'osso e ci fanno storie pure per comprare i caccia invisibili, ti ritrovi col nemico alle porte o peggio ancora già entrato in casa. Speriamo che sia solo una parantesi storica, un incidente di percorso all'interno dell'inarrestabile cammino del progresso, ma se non lo fosse? Obama facesse meno il fighetta e si concentrasse sulla Libia invece di perdere tempo con Putin, ci guadagneremmo tutti in salute (il Patto Atlantico, quando serve li trovi sempre al bagno).