martedì 26 agosto 2014

Ci ho pensato su, a mio parere un ateo quale Dawkins più che dalla ragione è guidato dall'emozione che suscita in lui il progresso dell'umanità, pensare al progresso lo fa stare bene, compensa il vuoto che è stato lasciato da Dio (piuttosto che nessuna spiegazione, qualsiasi spiegazione, ho Nietzsche dalla mia).

4 commenti:

  1. Basta che funzioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una questione soggettiva. Ammesso che la compensazione sia effettiva, bisognerebbe chiederlo al diretto interessato, se funziona o no.

      Marcoz

      Elimina
  2. Legga il gene egoista. Non è il vuoto nè un positivismo ottuso, semplicemente la razionalità.
    Che non vuole dire sia un bene, stasera mi sono mangiato due pizze, altro che razionale, e sto da Dio (se esiste).

    RispondiElimina