martedì 3 gennaio 2017

Io sto con Weimar

Quali strumenti avrebbe a disposizione la cosiddetta "giuria popolare" estratta a sorte per stabilire se una notizia è vera o falsa? Una ricerchina sul web, un salto su WikiLeaks (che Wikipedia è già troppo autorevole), il parere del Sacro Blog, in definitiva la volontà di credere o non credere a seconda delle simpatie e dello sturbo del momento. Voi direte: è una boutade, una cazzata fra le tante. E però è il gesto che conta e che contraddistingue, e il fatto che sempre più gente caschi in questo giacobinismo da tastiera tanto facile quanto insensato e puerile: tu, uomo qualunque, sei portatore di verità a prescindere (non è vero). Ti sbagli, in realtà è Renzi il nostro problema, è lui il solo e vero dittatore in pectore, Grillo vuole bene alla gente... Io sto con Weimar, non ripeto l'errore.