giovedì 6 agosto 2015

Alla ricerca dello Schopenhauer perduto

Tema: alla ricerca di Parerga e Paralipomena. Svolgimento: poi uno non deve incazzarsi se svalutano la filosofia a letteratura, a favoletta della buona notte o a manuale di conversazione serale. Adelphi ne ha fatto uno spezzatino: "L'arte del trattare le donne", "L'arte di ottenere ragione", "L'arte dei fagioli con le cotiche" (capirai, ce guadagnano), ma l'opera intera, in due volumi, pur essendo in catalogo è più rara di un incunabolo del ducento (e con chi te la prendi, con Calasso?). All'Ulrico Hoepli erano ferratissimi in Fiscalità e Ingegneria della banana, "Filosofia" era impietosamente relegata in un angolino fra "Religione" ed "Esoterismo e Miti", tutta sottosopra e impilata a caso, e in più non volevano nemmeno darmi il sacchetto. Un pelo più fortunato alla Feltrinelli di P.zza Duomo, ma sullo scaffale era rimasta solo la seconda parte, la prima, m'hanno detto, se l'era fregata qualche studentello bisognoso e tante grazie per la segnalazione che loro non se n'erano nemmeno accorti. C'ero andato così vicino... va be', almeno ho trovato i Supplementi al "Mondo" con la Metafisica dell'amore sessuale. Insomma, alla fine ho fatto l'ordine alla Feltrinelli sotto casa, ma c'è da aspettare perché adesso sono tutti in ferie (poco male, l'importante è avercela fatta, si spera).