sabato 23 aprile 2016

Un governo buono è un governo morto

Se pensate che l'idea della risolutezza ad ogni costo sia una minaccia per la democrazia bisognerà però considerare che è la stessa democrazia irresoluta a produrre la sua crisi. Se pensate che il rimedio al renzismo debba essere un generico buon governo improntato dell'understatement bisognerà però prima supporre che questo ipotetico buon governo sia davvero in grado di trovare soluzioni unanimemente riconosciute come valide. Io non penso che un governo del genere possa esistere nei fatti, un governo del genere rimane perlopiù un'aspirazione ideale. Il trambusto del presente nasconde il vero significato dell'azione, non esiste governo in atto che sia buono, parafrasando un noto motto, un governo buono è un governo morto. Dunque allo stato attuale possiamo tutt'al più dire dire che il renzismo, nonostante le buone intenzioni, rischia seriamente di fare la fine del berlusconismo, e cioè di risultare sterile gestione del consenso fine a se stesso. Non è poco, accontentiamoci.