venerdì 15 aprile 2016

Psicologia infantile

Ai riti punitivi collettivi non ci si può sottrarre, bisogna partecipare, è buona regola fin dall'alba dei tempi, il giorno che finalmente ci si presenta l'occasione di tirare un simbolico ortaggio in faccia all'odiato di turno sprecare l'occasione sembrerebbe da cretini, per giunta si rischia la figura dei fessi o peggio dei collaborazionisti. Il guaio è che nel caso dei referendum con quorum si può colpire l'avversario anche solo restandosene a casa, comodamente sdraiati sul divano o infilati nel letto, quasi per spregio. Tutto questo genera naturalmente grandi eccessi di bile fra i sostenitori della posizione contraria, i quali si vedono battuti da un avversario che manco li ritiene degni di un confronto. Tipico di Renzi. Non vi fate dunque il sangue amaro, magari il quorum verrà raggiunto e vi sarete solo agitati per nulla, idem nel caso contrario, o non mi direte davvero che perdete il sonno per il tacito rinnovo delle concessioni petrolifere entro le dodici miglia? Naa, non ci credo, è solo un pretesto, fino a ieri manco ne sapevate nulla e non penso che adesso tutto d'un tratto possa sconvolgervi, non più di un ipotetico annullamento dei mondiali di calcio, almeno.

2 commenti:

  1. Più o meno (un po' sopra annullamento dei mondiali di calcio, che sta a zero).
    Però ho la fissa del quorum, per cui andrò a scrivere qualcosa sulla scheda giusto per non imbucarla intonsa e tirarmi fuori dal tormentone Sì/No.
    Per me è forse, sempre...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh no preoccuparti, pure io non ho certezze

      Elimina