sabato 3 ottobre 2015

Scintille



Il gesto del senatore Barani, che noi qui esplicitamente emendiamo, rischia di fornire un assist formidabile ai sostenitori del superamento del Senato e l'Unità, giornale coerentemente governativo, non se lo lascia scappare. Non voglio dire che Barani abbia concordato il gesto con gli spin doctors di Palazzo Chigi, però tutto si tiene e tutto fa gioco. Io personalmente non sono preoccupato per i rischi democratici che comporterebbe l'operazione (nello spiecifico, il superamento del Senato), e magari mi sbaglio, vedo sì l'avanzare di un modo di pensare e di agire che predilige l'efficacia a tutto il resto, però non lo leggo come un indizio di tirannide ma come il destino della democrazia attuale che assume le forme della razionalità tecnica, la quale esige velocità di esecuzione scambiandola per efficienza. Ripeto, magari mi sbaglio, ma se mi sbaglio non penso che mi ritroverò comunque confinato in un campo di lavoro per oppositori del regime, e questo fa una bella differenza (poi, se si vuole dire che la nuova forma di tirannide consiste proprio in questo ridurre tutto al principio di efficienza, liberissimi di farlo, ma non si tratta di una novità).