giovedì 15 ottobre 2015

Brufolini

I giudizi politici sono composti per massima parte da avversione personale e solo per una minima parte da argomentazione razionale, Renzi, semplicemente, non è che l'ultimo dei grandi affabulatori sul quale si riversano le mille antipatie e i mille scazzi del popolo sovrano. Voi direte: sì, però è un dittatore. Ammesso e non concesso, come si sconfigge una dittatura a bassa intensità? Non dandole soddisfazione. Voi ridirete: tutto qui? E che dovremmo fare? Non c'è il confino, non c'è la tortura, non ci sono i Sonderkommando. Per esempio, vedo che ve la prendete tanto per queste slide, per questo suo piglio da venditore di pentole... fa parte del personaggio, come quelle puttanate sulla generazione Telemaco, è vezzo da dittatore 2.0 (ve lo immaginate Hitler che illustra l'Anschluss in Powerpoint?). E intanto che voi lo pigliate per il culo, quello nel culo tranquillamente ve lo restituisce, mica si scompone. In conclusione, Renzi non è che un brufolino sulla vasta psoriasi delle brutture del mondo (e concentratevi pure sul brufolino, che vi posso dire).