giovedì 8 ottobre 2015

Per la certezza del diritto

A questo punto proporrei una clausola "soddisfatti o rimborsati", per non dover ricorrere ogni volta allo scandaletto tirato per i capelli, per avere la certezza del diritto in questo paese in cui per far dimettere un sindaco, un governatore o addirittura un premier bisogna inventarsene di ogni, e le olgettine, e i Tutino e i girarrosto toscani: non va bene. Proporrei una finestra di tempo adeguatamente studiata per verificare se l'eletto sia in grado di corrispondere alle aspettative, dopodiché, una volta accertata l'inadeguatezza, prima della scadenza indurlo a decadere per legge e non per puttanata. Utopia? Chi lo sa, in fondo abbiamo vinto il referendum sul divorzio, mai dire mai.