domenica 28 febbraio 2016

Auguri

Si sa che io non metterei al mondo figli, che quando mi sembrò di sentire in me la pulsione fu più che altro per spirito di emulazione, ma una volta che i figli vengono al mondo non c'è più posto per la filosofia e li si cresce al meglio, o almeno così dovrebbe essere. Non possiamo dunque che fare gli auguri al bimbo di Nichi Vendola e del suo compagno, nato nel bel mezzo della battaglia, trascinato suo malgrado nell'agone, come del resto si viene trascinati in vita, volenti o nolenti, nell'esser-ci e nel Dasein. I cattolici penseranno a solito capriccio, che i loro, di capricci, vengono custoditi al riparo di ciò che la natura vuole, trasfigurati, elevati a virtù, ma quel che rimane è pur sempre un venire al mondo e così sia.