domenica 2 ottobre 2016

Appunti inutili: la panciera dimagrante

Il solito faccino da americana, bionda, naso a patata e bazza d'ordinanza, il tutto affogato in un fondotinta color carota, di solito si chiamano Whitney, Britney o Wendy. Questa in particolare si chiama Cindy e pubblicizza una panciera dimagrante, di quelle che ti fanno sudare, le metti alla mattina e alla sera hai già la tartaruga. Ha il piglio da cheerleader, un entusiasmo trattenuto e molto professionale, è vestita come Olivia Newton-John nel video di Physical, sicuro si nutre di beveroni e di energy bars, l'attività fisica devono avergliela incistata nel chip fin dalla Preschool. Sono le tipiche ragazze che a dargliele a un David Lynch te le ritrovi dentro un sacco di plastica con il rossetto slabbrato, alla peggio inseguite da un velociraptor per Steven Spielberg. E' la fiera dello stereotipo: c'è il grassone svaccato sul couch che indossata la panciera si trasforma in un distinto signore in giacca e cravatta, pronto per piazzare una polizza (si vede che trattiene il fiato), c'è la signora latina un po' in carne, sul genere Milf, che si rimira allo specchio passandosi i palmi sui fianchi come a sottolineare un miglioramento che noi invece stentiamo a cogliere ma che concediamo per galanteria. E poi in regalo per lei un paio di leggings miracolosi che ti fanno le gambe alla Bella Hadid, per lui un manubrio speciale per tonificare i tricipiti nel sonno.