sabato 19 marzo 2016

Chiaro e semplice

Andrò a votare e voterò No, così risolviamo tutti i problemi in un colpo solo. Trovo infatti che sia deleterio svilire l'istituto referendario, per tanto che il quesito sia inutile meglio abituarsi a prendere posizione. Poi, ovviamente, le trivelle c'entrano poco, il referendum sarà occasione per la sinistra-sinistra di regolare i suoi conti con Renzi e con la modernità stronza e capitalista, ambizione risibile come risibile è oramai tutta quella certa area politica, ma tant'è (perché non rinnovare le concessioni alle trivellazioni in acque territoriali? Ah non saprei proprio, trattasi di suggestioni tutte interne agli arcobalenanti, ci affideremo all'energia cinetica prodotta dai criceti, salvo rivendicazioni degli animalisti).