domenica 23 febbraio 2014

«Mia mamma pare non abbia rinnovato la tessera del Pd, la mia compagna vota a sinistra come minimo Sel e vuole che io sia lo Tsipras italiano. Capite come sono messo». *

Il Civati è fortemente sotto stress, braccato dalle istanze del popolo, inseguito fin dentro il talamo. Sarebbe tentato di togliere la fiducia a Renzi ma non vorrebbe uscire dal PD. Non so quanto potrà durare dilaniato dal dilemma, perdere la fidanzata o perdere il PD? Scontentare la mamma o scontentare Renzi? Non vorrei essere nei suoi panni. Cosa ci sarà alla sinistra di Sel di così allettante, quali proposte, quali piani ben congeniati in grado di salvare il mondo? Tsipras e Mujica due fari nella notte, Miliband già troppo borghese. Civati fu perfino tentato di fondare il "nuovo centro-sinistra", l'ennesimo, operazione speculare al "nuovo centro-destra", e su quale basi, di grazia? Vedete anche voi come sia difficile dare una fisionomia a un solo partito, figurarsi cercare di crearne un'altra capace di distinguersi quel tanto che basti per essere riconsciuta una volta stampata su una scheda elettorale. Queste fughe a sinistra non si sa bene cosa significhino, che stiamo a vagheggiare? Boh, che so, qualcosa di diverso, un nuovo modo di essere di sinistra, una nuova speranza (se a Renzi piacciono Holly e Benji, a noi piace Daitarn III), andremo a cercarci i nuovi eroi del popolo nei più remoti angoli del Perù... e dunque giunti a questo punto la domanda è: che nuova sinistra andate cercando?