domenica 5 agosto 2012

Devo assolutamente resistere alla tentazione di leggermi subito La Stanza del Vescovo e guardarmi Il piatto piange, devo aspettare le vacanze. Magari mi rilasserò così tanto che non avrò bisogno di intrattenermi con certi svaghi intellettuali, magari mi divertirò senza pensare, che sarebbe un traguardo. Dopo tanta profondità riemergere in superficie e vivere con leggerezza. Non prendo un cane che impegna. Niente gatti che non ho un giardino, poveretti, si butterebbero dalla finestra. E poi castrarli, mamma mia che barbarie! Già mi immagino la campionessa di fossa che li sterilizza con una fucilata tra le palle (pull!)... no. Magari mi guardo in films prima di addormentarmi, al buio e con le cuffiette per non disturbare nessuno, che quando cambio letto, uh, e con il caldo che farà, uh uh. Dai, ci sta che un trentanovenne si guardi i film di Tognazzi e Maccione, e poi condivido la passione con un amico che è molto più giovane di me, un fine intellettuale e cinefilo incallito, e lui che dovrebbe preoccuparsi, mica io. (se mi sente s'incazza). Conosco un quarantenne che tutte le sere va in discoteca e si sbottona la camicia importunando le ragazzine, anche lui dovrebbe preoccuparsi, mica io. C'è The quiet american alla televisione, chissà perché i cinquantenni inglesi in cerca di esotismi si innamorano sempre delle jailbait vietnamite che sussurrano parole dolci con voce da oche, sono loro che dovrebbero preoccuparsi, mica io. "Mio signole mi plotegga, questa guella è tloppo pelicolosa pel una povela lagazza senza genitoli... mio dio come sono sfoltunata!" (le orientali sono tutte cinesi per i doppiatori italiani). Ecc.

9 commenti:

  1. C'è sempre tempo per resistere alle tentazioni, e secondo me i quarant'anni non sono ancora quello giusto. Riprovaci quando ne avrai il doppio, e forse ti verrà più facile :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo anch'io. Allora voi mi garantite che sono ancora giovane, vero?

      Elimina
    2. Giovane e bello, vai sicuro.

      Elimina
    3. Pure bello? Mi va di lusso.

      Elimina
  2. Beh se citi vietnamite cinematografiche l'unica degna di menzione è la prostitutina meee soooo hooo'ny di full metal jacket :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi ricordo quella che toglieva la cromatura al pomello del gancio del rimorchio, quella che faceva l'amore lungo lungo con il succhia succhia. Bei momenti.

      Elimina
    2. è quella dell'amore lungo lungo con il succhia succhia! maledetti doppiatori

      Elimina
  3. Io sono un cinquantenne (non inglese) e ti garantisco che di resistere alle tentazioni non mi passa manco per la capa. E nemmeno mi preoccupo. Quello di The quiet american è un ultrasessantenne. Magari a quell'età devi più che altro preoccuparti che ti regga la pompa ...
    Per il resto a una certa età si è più capaci di soffrire per amore. Si gestisce il sentimento, si lascia che ti salga piano piano, ti devasti nella sua violenta bellezza e poi si spenga in una silenziosa a commossa rassegnazione.
    Abbiamo tutti una curiosa nozione dell'età in quest'epoca. No, formamentis, non sei giovane. Sei "relativamente" giovane. Come tutti, di fronte alla morte.

    RispondiElimina