sabato 1 luglio 2017

Repubblica e la fabbrica del mito

Ve ne sarete accorti, è in corso su Repubblica un martellamento a tappeto per "il concerto dei record" di Vasco Rossi, tanto che ho dovuto silenziare l'hashtag, che fra un po' mi sbucava pure dal water. E non solo Vasco, c'è pure Saviano con "i giovani attirati dai soldi facili" (e davvero facili anche i soldi di Saviano in rapporto alla qualità del pensiero), c'è Rischiatutto di Fazio alla tv, webnotte con Assante e Castaldo sul ritorno del geghegè, Alex Britti che elogia la fantasia; Jasmine Trinca che racconta Fortunata, "la mia eroina semplice"; Servillo intanto omaggia la tradizione (possono mai mancare i Servillo? Sono i dioscuri, le madonnine segnatempo). Il passato ci sembra così ricco di doni con la sua cronologia condensata in poche righe che il presente al confronto è una spugna vecchia e stantia e la ricerca contemporanea del mito una selezione dal Reader's Digest.