domenica 8 dicembre 2013

«La mia sarà una Lega di battaglia» che avrà come primo obiettivo di «riprendere la sovranità» dalla Ue, «ci siamo rotti le palle che Bruxelles ci deve dire come dobbiamo vivere, questo è un gulag». (Matteo Salvini, neosegretario della Lega Nord).

Voi capite come la Lega abbia perso la sua presa sul popolo confrontando questa scorreggetta con le cacate ben più consistenti di Beppe Grillo, il quale ha spostato tutto l'armamentario del populismo analogico su un piano più propriamente digitale. Insomma, laddove la Lega era pratica analogica con la sua polenta e salamelle, il Movimento 5 Stelle ha compiuto il salto di qualità e non escludo si metterà a distribuire, in un futuro nemmeno troppo lontano, smartbox in cambio di pokes (ci voleva poco, lo Zeitgeist si era già tutto formato, le flame wars al posto delle ronde, i trolls al posto dei militanti). Penso che questo implicherà il ritorno al voto inutile alle prossime elezioni, magari non potrò arginare le onde del destino ma almeno mi sentirò apposto con la coscienza.