domenica 6 settembre 2015

Aldilà del bene e del male

Appendice al discorso fuor di retorica. Dice "cavillidibattaglia": "ma sono solo io a vedere in questo post una non tanto velata tesi della superiorità della cultura occidentale?". Al contrario, e mi sembrava pure di essere stato chiaro: la cultura occidentale non è né eterna né irreversibile, io la preferisco ma è una mia valutazione personale, e io non sono aprioristicamente né buono né cattivo, né giusto né ingiusto. Al contrario si riterrà superiore chi pensa che accogliere i profughi siriani sia giusto in sé e per sé in nome dell'universalità dei diritti umani, alla quale io riconosco tutt'al più una validità storica e contingente, senza tralasciare il fatto che lo stesso multiculturalismo, al quale si attribuisce spesso un valore positivo assoluto, è in realtà un fenomeno storico come gli altri legato alle alterne fortune di un certo umanesimo illuminista. La realtà è che l'occidente domina e pretende di dominare in questa fase storica con tutto il suo apparato tecnico, etico e morale, a noi capirne i motivi per tentare di prevederne gli sviluppi, posto che questa dominazione non é in sé né buona né cattiva, ma in ultima analisi "è".