martedì 8 novembre 2011

Tu quoque: è il mercato che sta affondando Berlusconi, non è la Carlucci e non sono i comunisti.

"Il mercato ritiene Berlusconi responsabile dello spread elevato e pensa che con le sue dimissioni si possa chiudere il gap di credibilità dell'Italia. Non so se questo sia vero, ma il mercato non fa troppe sottigliezze, ha bisogno che cada qualche testa". reuters
Strana la vita, linciato non già dai comunisti ma dall'indice MIB: chi l'avrebbe mai detto?