domenica 7 dicembre 2014

Neuordnung

Vi ho mai parlato della mia cara zietta di Amburgo? Affettuosa come un gatto delle nevi, con quei suoi occhietti chiari e inespressivi, un concentrato di Ordnung und Disziplin, mai contenta, più mi impegnavo e più mi sgridava, "tuoi sforzi essere insuffizienti!", è colpa sua se non ho autostima. Invece della busta coi soldi mi regalava libri di contabilità, così finii per fare il contabile ma con la testa sempre rivolta all'antica Grecia. A proposito, guai fare cenno alla Grecia, la guancia le si contraeva in un tic e gli occhi assumevano un'espressione ancora più impenetrabile... "Foi popoli equatoriali essere scansafatiche!", sibilava, a voglia di intortarla con Leonardo e il Rinascimento, niente da fare, per lei contava solo l'hic et nunc e da lì bisognava partire. Non aveva mica capito la cara zietta che quelli che ad Amburgo si dicono "intrallazzi" in Italia si chiamano "posti di lavoro" (impossibile fare della Germania un paese latino, è una guerra persa).