domenica 7 aprile 2013

Non dobbiamo scordarci che i leghisti sono vivi e lottano con noi. Su Radio Padania Libera il morale delle truppe è altissimo dopo il raduno di Pontida.

Militante leghista: "Premetto che sono credente e ho deciso di mettere Dio al centro della mia vita, volevo solo dire che adesso so che noi leghisti ce la faremo perché anche Dio lo vuole."

Conduttore radiofonico: "Certamente abbiamo bisogno dell'aiuto di Nostro Signore ma anche di quello degli uomini che devono mettere la croce sul simbolo giusto nella cabina elettorale".

A Maroni e a Dio, che teneri.

(un altro conduttore cita Emanuele Severino sul nascodimento della morte e della vecchiaia nella cultura occidentale).