sabato 23 luglio 2011

E' anche un po' colpa dei norvegesi se siamo arrivati a questo punto, se fossero stati mediamente più razzisti come noi italiani quella rabbia anti islamica si sarebbe diluita in piccolissime stille quotidiane di odio e rancore placando piano piano senza fare danni, e invece è stata esplosiva proprio perché trattenuta e in un certo senso castrata dai diktat del pensiero politicamente corretto. E' stato in un certo senso un caso di strage preventiva, paventando la strage islamica il cristiano norvegese ha visto bene di dare a tutti un esempio pratico, come a dire: vedete cosa potrebbe accadere se diamo troppo spazio all'Islam? Quindi non già insistere con il relativismo, ma stringere ancora più le maglie dell'identità cristiana per mettere a proprio agio i neonazisti, in fondo hanno solo bisogno di attenzioni e piccoli gesti di affetto, come i figli dei divorziati.