martedì 11 giugno 2013

Ho un'idea: mandiamo Beppe Grillo in Turchia e al suo posto mettiamo Erdogan, non si dovrebbe notare troppo la differenza. Voi lo sapete che io sono una pentastellato della prima ora, sempre sostenuto la causa grillina, ma vederlo oggi in preda ai suoi primi spasmi elettorali, a pochi mesi dal trionfo, a scomunicare, a insultare e svilire i suoi ragazzi solo perché colpevoli di dissentire, mi ha fatto cambiare completamente idea sul movimento (vorrà dire che mi butterò sugli Hare Krishna, che sono gandhiani però non passano mai di moda).